08.12.17 Il Sole 24 Ore – Maurizio de Tilla, la passione per l’avvocatura

«Maurizio de Tilla è stato un appassionato e intelligente attivista per la difesa della dignità della professione forense. Ci mancherà il suo impegno. Lo ricordiamo con affetto». Il ministro della Giustizia Andrea Orlano esprime in una nota il suo cordoglio per la morte dell’avvocato Maurizio de Tilla, scomparso ieri a Napoli , città in cui era nato 76 anni fa. Figura di spicco della professione legale , aveva iniziato nel 1966 come civilista, ricoprendo, nel tempo, numerose cariche di rappresentanza della categoria. Era stato, tra l’altro, presidente dell’Ordine degli avvocati di Napoli, al vertice della Cassa forense (dal 1997 al 2007), un incarico svolto in contemporanea alla guida dell’Associazione degli enti previdenziali privati e privatizzati. Dal 2013 era a capo dell’Associazione nazionale avvocati italiani. Tra i molti messaggi di cordoglio quello del presidente del Consiglio nazionale forense Andrea Mascherin che esprime la sua connessione «anche affettiva» nei confronti di chi si è molto impegnato per la dignità della professione. L’ultimo saluto a chi ha dimostrato «un sincero attaccamento alla maglia» anche da parte del segretario dell’Associazione nazionale forense Luigi Pansini.