12.03.14 Italia Oggi – Cambia il vento, sciopero dimezzato

Gli avvocati dimezzano lo sciopero. Arrivano i primi frutti del cambio di rotta, rispetto al suo predecessore, del nuovo ministro della giustizia, Andrea Orlando. Dopo l’incontro con il Consiglio nazionale forense e l’Organismo unitario dell’avvocatura, il ministro è infatti passato dalle parole ai fatti emanando i nuovi parametri forensi. In risposta, l’Oua ha deciso di revocare parzialmente l’astensione proclamata contro l’allora guardasigilli, Anna Maria Cancellieri, e prevista dal 17 al 22 marzo, limitandola al 20 e 21 marzo. Per il presidente dell’Oua, Nicola Marino, «la comunicazione dal ministero della giustizia dell’imminente costituzione del tavolo di consultazione e concertazione con avvocaturae magistratura sulla riforma del processo civile e la concordata e defi nitiva approvazione dei parametri forensi, sono due elementi importanti di novità: un tangibile passo in avanti dopo anni di assoluta disattenzione nei confronti dell’avvocatura». A parere del presidente del Cnf Guido Alpa, l’emanazione del dm parametri è un atto che «segna l’avvio fattivo di un dialogo che ci auguriamo profi cuo su tutti i fronti della giustizia e della professione con il guardasigilli». Soddisfatti anche i giovani avvocati dell’Aiga. La presidente, Nicoletta Giorgi, auspica ora «un serio confronto per riformare il sistema giustizia, senza timore di prendere scelte coraggiose che incidano su tempi e qualità dei provvedimenti». Resta critica, invece, l’Associazione nazionale forense. Secondo il segretario, Ester Perifano è «decisamente eccessivo l’entusiasmo che molti esprimono. Oltre ad averlo atteso per troppo tempo, il regolamento mantiene quegli elementi fortemente negativi che colpiscono nella categoria i più deboli».

LA PAGINA DEL GIORNALE