19.05.15 Eco di Bergamo – Il ministro della Giustizia al convegno degli avvocati

«Diritto, economia, società» sono i temi cardine su cui sarà incentrato il VII Congresso italiano dell’Associazione nazionale forense che si tiene da giovedì a domenica a Bergamo (giovedì al Centro congressi Papa Giovanni XXIII, lavori aperti gratuitamente a tutti gli avvocati, sul tema «Quale società, quale diritto, e da venerdì a domenica nella Sala Mosaico dell’ex Borsa merci). Oltre a rappresentanti del mondo accademico, forense e della magistratura, è atteso anche il ministro della Giustizia Andrea Orlando. L’Associazione nazionale forense, che a Bergamo conta oltre 600 iscritti ed è presieduta a livello provinciale dall’avvocato Franco Uggetti, vuole approfondire la riflessione su diversi punti «con l’ambizione di prospettare agli avvocati in generale, e ai nostri iscritti in particolare, la professione del futuro». L’Anf «si adopera quotidianamente – ricorda l’associazione – per garantire a ogni cittadino un’equa e pubblica udienza davanti a un giudice indipendente e imparziale». Inoltre, «svolge la propria attività in armonia con le linee di sviluppo della collettività europea, in rapporto con le associazioni forensi e partecipando a organismi internazionali», e svolge anche funzioni di tutela sindacale. Conscia dei cambiamenti che anche l’avvocatura, come altre categorie professionali, sta vivendo, l’Anf sottolinea come agli avvocati «si chiede di abbandonare la visione nobile e tradizionale della nostra funzione, di misurarci nella realtà economica come semplici soggetti economici, ma anche di essere a fianco dello Stato e di supportarlo nell’attività giurisdizionale, da tempo in debito di ossigeno e vicina alla implosione».