20.02.14 Leggo – Undicimila avvocati in corteo

Sfileranno in 11mila, oggi, a conclusione di uno sciopero durato tre giorni. Avvocati in piazza a Roma: daranno vita ad un corteo che partirà alle ore 13 da piazza della Repubblica, per proseguire lungo via dei Fori Imperiali e, in ultimo, raggiungere piazza Santissimi Apostoli dov’è stato istituito un palco. Molte le sigle coinvolte: spiccano l’Organismo unitario dell’avvocatura (OUA), l’Associazione italiana giovani avvocati (AIGA), l’Associazione nazionale forense (ANF), la Federazione magistrati onorari (FederMOT) e i confordini italiani. Non hanno aderito, invece, le Camere Penali di tutta Italia giudicando la protesta “troppo generica”. Alle ore 10, i presidenti degli ordini e gli organizzatori del corteo si recheranno a Montecitorio, dove verrà allestito un presidio informativo per spiegare ai cittadini le motivazioni di una protesta che «è fatta nel loro interesse», afferma Mauro Vaglio Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Roma. Aggiungendo: «Si rischia una giustizia di classe per i costi sempre maggiori a carico dei cittadini. È giunto il momento per dare un segnale al governo, tanto più ad uno nascente, perché non si possono più calpestare i diritti del cittadino». Gli fa eco Raimondo Orrù, vice presidente di Federmot, secondo cui «c’è il petrolio sottoterra ed è l’arretrato (5,6 milioni di processi, ndr) che, se smaltito, frutterà allo Stato almeno 1 miliardo di euro. Una piccola Imu, grazie alla sola imposta di registro gravante sulle sentenze civili dei processi non definiti».