2015 Bergamo, 21-24 maggio: VII Congresso Nazionale ANF

Si è svolto dal 21 al 24 maggio 2015 a Bergamo il VII Congresso nazionale di A.N.F.

Un fitto programma di tavole rotonde, animato da esponenti di A.N.F. e autorevoli ospiti, ha animato l’appuntamento triennale dell’associazione.

Nella giornata finale di domenica 24 sono stati eletti i primi 71 membri del consiglio nazionale dell’associazione, che, con la integrazione dei componenti provenienti dalle sedi, si riunirà a Roma per procedere all’elezione degli organi direttivi: Segretario generale e Direttivo Nazionale, oltre all’ufficio di Presidenza.

Di seguito sono consultabili i documenti congressuali.

– La relazione del Presidente Barile al VII Congresso nazionale di ANF 

– La relazione introduttiva del segretario generale Perifano al VII Congresso nazionale di ANF 

Il Testo della mozione politica n. 4 a firma Andrea Zanello (componente del Direttivo nazionale), approvata dal Congresso nazionale ANF di Bergamo. Quattro i temi: La giurisdizione – L’internazionalizzazione della professione forense – L’organizzazione degli studi legali – Le prospettive di riforma dell’ordinamento forense.

– La formazione universitaria e post universitaria. L’attività professionale nel mercato sovranazionale. L’internazionalizzazione degli studi. La relazione di Paola Fiorillo e Giovanni Bertino al VII Congresso nazionale di ANF

–  L’ordinamento forense: le criticità, le prospettive, la riforma della riforma. Il ruolo dell’Associazione Nazionale Forense. La relazione dell’avv. Pansini al Congresso ANF di Bergamo

– La relazione di Andrea Noccesi (Direttivo Nazionale ANF – Associazione Nazionale Forense) presentata in occasione del VII Congresso nazionale di ANF. “Dentro e fuori la giurisdizione, tra processo e sistemi alternativi di risoluzione delle controversie”

–  L’organizzazione degli studi legali. Mercato, impresa e forme societarie per l’esercizio della professione. La relazione di Andrea Zanello al VII Congresso nazionale di ANF

– La Mozione n. 1 Torri approvata dal Congresso nazionale di ANF sul rispetto delle norme che disciplinano il PCT

– La mozione n. 3 a firma Valentino sulle necessarie modifiche ai presupposti che individuano l’esercizio abituale ed effettivo della professione forense

La raccomandazione – a firma Liuzzi – su un maggior coordinamento degli iscritti ad ANF che siano al contempo Consiglieri dell’Ordine