22.10.15 Il Sole 24 Ore – Nel decreto milleproroghe le nuove elezioni forensi

Una norma nel milleproroghe. Per sbloccare l’impasse sulle elezioni forensi e permettere un voto più rispettoso delle indicazioni del Tar.È questa la soluzione emersa ieri sera nella riunione che il ministro della Giustizia Andrea Orlando ha tenuto con i rappresentanti delle principali associazioni forensi. Rinviata invece la discussione sulle camere arbitrali forensi. Il piatto forte al centro del confronto è stato allora quello, ormai per certi versi datato, delle elezioni forensi. A quasi un anno dallo svolgimento delle consultazioni per il rinnovo di molti Consigli dell’Ordine, dal ministero è arrivata l’indicazione di una misura specifica da inserire nell’ormai classico decreto legge di fine anno sulla proroga di svariati termini in scadenza. Quanto al contenuto, la disposizione, che ancora deve essere precisata, potrebbe prevedere il superamento del voto di lista per sterzare nella direzione di una maggiore personalizzazione della competizione con una pluralità di candidati in competizione tra loro. In ogni caso il sistema che sta prendendo forma sarà per forza di cose rispettoso delle indicazioni arrivate dalla magistratura amministrativa che ha condiviso le contestazioni di scarso rispetto delle minoranze nel vecchio regolamento. La norma dovrebbe permettere il voto a primavera per tutti i Consigli ancora vacanti; per quelli rinnovati dovei ricorsi non sono stati presentati la partita dovrebbe essere chiusa; mentre ancora incertaè la sorte di quelli rinnovati, ma oggetto di impugnazioni.

 

Giovanni Negri