Etica e deontologia – Gli avvocati riflettono

specializzaz

Dopo la recente kermesse che ha visti riuniti oltre cento avvocati, l’Associazione Nazionale Forense di Ancona, venerdì scorso ha radunato ancora un gran numero di professionisti per un Seminario su “Etica e Deontologia dell’Avvocato”, in occasione dell’entrata in vigore del nuovo Codice professionale.
Dopo che l’antitrust ha condannato il Consiglio Nazionale Forense ad una multa milionaria, l’argomento è tornato di scottante attualità soprattutto per gli aspetti economici (tariffe vincolate o compensi concordati?) e di concorrenza. Oltre a questi temi, nella sua introduzione, il segretario dell’Anf l’avvocato Luca D’Andrea ha voluto ricordare la figura di Giorgio Ambrosoli, “fulgido esempio di avvocato che ha pagato, con il prezzo della vita, la difesa ad oltranza della propria libertà professionale, resistendo ad ogni tipo di condizionamento politico, economico e personale ed osservando in modo rigoroso i propri doveri: questi sono i modelli che l’avvocatura ha bisogno di seguire nello svolgimento di una funzione che è privata e pubblica allo stesso tempo, volta all’interesse del cittadino e, in ultima analisi, baluardo dello stesso sistema democratico”.
I relatori, avvocati Paolo Pauri e Nicola Sbano, hanno posto in luce l’importanza che l’etica professionale assume nello svolgimento dell’attività forense, finalizzata al conseguimento di un risultato sempre più votato alla qualità e al rispetto delle leggi.
L’osservanza rigorosa dell’etica professionale – si è detto – è il passaggio inevitabile per l’elevazione della figura dell’avvocato e indirettamente, della società civile. E’ questo l’obiettivo di Anf, che sta intensificando i suoi appuntamenti dedicati alla formazione della categoria, convinta che la crescita della competenza dell’avvocato vada di pari passo con la crescita della sua etica.
Venerdì prossimo è in calendario un altro incontro formativo al quale è invitato il prof. Ciacci, docente di informatica giuridica presso la Luiss Guido Carli di Roma.