Riforma della Giustizia: ANF, UE ci richiama. Servono più investimenti

31.05.2013 (ANSA) - ROMA -  "Il Consiglio dell'Unione Europea chiede di completare la riforma della giustizia civile, abbreviare la durata eccessiva dei procedimenti e ridurre il volume dell'arretrato e il livello di contenzioso."

31.05.2013 (ANSA) – ROMA – “Il Consiglio dell’Unione Europea chiede di completare la riforma della giustizia civile, abbreviare la durata eccessiva dei procedimenti e ridurre il volume dell’arretrato e il livello di contenzioso.”

(ANSA) – ROMA, 31 MAG – “Il Consiglio dell’Unione Europea chiede di completare la riforma della giustizia civile, abbreviare la durata eccessiva dei procedimenti e ridurre il volume dell’arretrato e il livello di contenzioso. Gli avvocati sono pronti a fare la loro parte, ma la durata eccessiva dei procedimenti e’ dovuta a investimenti del tutto insufficienti nel settore giustizia. Occorre dunque investire di piu’ e meglio’.
Lo sottolinea l’Associazione nazionale forense.
E’ anche ‘necessario far entrare a regime al piu’ presto il processo telematico’, osserva il segretario Ester Perifano.
Mentre sui meccanismi extra giudiziali di risoluzione delle controversie, gli avvocati sono ‘disponibili a contribuire alle soluzioni,senza bisogno di rispolverare pregresse esperienze fallimentari’ .
Quanto alla riforma forense ‘ e’ necessario mettere subito mano alle modifiche che ci facciano riguadagnare il tempo perduto’: con un legale ogni 204 abitanti, l’avvocatura e’ ‘gia’ fortemente inflazionata’;non serve ‘una deregulation del settore’ ma ‘una revisione del sistema che e’ oggi ancora troppo rallentato da lacci e lacciuoli burocratici’.