LEGGE STABILITA’, PANSINI(ANF): IL PD LEGA LE MANI AI PROFESSIONISTI, RITIRI EMENDAMENTO CHE IMPEDISCE L’ACCESSO A FONDI STRUTTURALI EUROPEI

Mani-legate“No ai colpi di mano nei riguardi degli avvocati e dei professionisti in generale. Sopprimere con un emendamento la previsione contenuta nella Legge di Stabilità approvata al Senato, che predispone l’accesso agli stanziamenti dell’Unione europea anche ai lavoratori autonomi, è un affronto alle centinaia di migliaia di liberi professionisti italiani. Precludere l’opportunità per i lavoratori autonomi appartenenti alle diverse categorie professionali di accedere ai fondi strutturali, significa legare le mani ad una importante parte produttiva del Paese, oltre ad essere una misura discriminatoria e contraria al diritto europeo”.

Lo dichiara il segretario generale dell’Associazione Nazionale Forense Luigi Pansini, in merito all’emendamento presentato dall’on.Alessia Rotta del Partito democratico.

“Ben vengano – continua Pansini – il disegno di legge sui lavoratori autonomi e il collegato sul lavoro autonomo alla Stabilità che l’on.Rotta si è premurata di ricordare, ma ci corre l’obbligo di far presente l’urgenza di dare ai professionisti la possibilità di accedere da subito ai fondi strutturali, e non in data da destinarsi. Stupisce dunque il tentativo di mettere in difficoltà i tanti operatori del settore, che del resto da tempo si erano appellati alla politica per giungere all’equiparazione alle piccole e medie imprese in termini di opportunità”.

“Confidiamo che dalla Camera giunga un segnale importante, e che venga rispettato in pieno l’emendamento così come approvato dal Senato” – conclude Pansini.