Maxiconcorso per rinforzare le cancellerie dei tribunali

Italia Oggi, di Claudia Morelli

Nuove assunzioni e investimenti nel processo telematico. La legge di Bilancio approvata ieri dalla Camera dei deputati (e che ora va al Senato) si può dire faccia una iniezione di risorse nell’amministrazione giudiziaria, per spingere al massimo la «macchina”. Aumentano inoltre le risorse a favore delle vittime di reati violenti. Un saldo «positivo”, ha commentato ieri la presidente della commissione giustizia della Camera Donatella Ferranti. Nuove risorse per il sostegno alle donne vittime violenza. Nel prossimo triennio al Fondo per le pari opportunità destinato al sostegno e al potenziamento dell’assistenza alle donne vittime di violenza e ai loro figli andranno 5 milioni di euro all’anno. È la risposta all’allarme dei centri antiviolenza sulla mancanza di risorse e dunque sulla impossibilità di continuare a operare sul territorio. Inoltre le sanzioni pecuniarie saranno destinate al Fondo antimafia, antiusura e vittime a copertura di indennizzi delle vittime di femminicidio e dei fi gli orfani. Un decreto ministeriale determinerà i limiti dell’indennizzo, assicurando un maggior ristoro ai fi gli delle vittime di omicidio commesso dal coniuge (anche ex) o da chi ha legami affettivi. Ulteriori 5 milioni di euro andranno al Fondo antitratta. Informatizzazione servizi giustizia. L’informatizzazione dei servizi della giustizia rientrerà tra i settori finanziati tramite l’istituzione di un Fondo per investimenti in materia di infrastrutture e trasporti, difesa del suolo e dissesto idrogeologico, ricerca e innovazione tecnologica, edilizia pubblica (articolo 21). Le risorse stanziate si ricollegano essenzialmente all’avvio del processo telematico. Nel bilancio 2017 (cap 1536) sono stanziati complessivi 81,5 mln per il 2017, 82,5 mln per il 2018 e 82,5 mln per il 2019; risorse che saranno suddivise per finanziare sia i processi civile e penale telematici sia le infrastrutture. Si segnala che nessuna risorsa aggiuntiva è stanziata per i processi telematici amministrativo e tributario. In arrivo altri mille cancellieri. Grazie a un emendamento approvato dalla commissione, nel triennio 2017-2019 il ministro della giustizia potrà reclutare ulteriori mille amministrativi (in ruoli non dirigenziali) con contratto a tempo indeterminato sia tramite concorsi sia attingendo a graduatorie valide. L’ingresso di questo nuovo personale va ad aggiungersi all’assunzione straordinaria di altri mille assistenti giudiziari prevista dal decreto sul processo amministrativo telematico approvato in agosto. Proroga tirocinio precari giustizia. I precari della giustizia, i soggetti cioè che hanno già completato il tirocinio formativo previsto dalla stabilità 2013, potranno lavorare altri 12 mesi (per tutto il 2017) all’interno dell’«ufficio per il processo». Questa ulteriore attività formativa varrà come titolo di preferenza nei concorsi nella pubblica amministrazione. A copertura delle borse di studio percepite dai precari sono stanziati 5.807.509 euro. Più soldi alle adozioni internazionali. Nel 2017 cresce di 5 milioni di euro la dotazione del Fondo per le adozioni internazionali. Strategia nazionale per la valorizzazione dei beni e aziende confi scate alla criminalità organizzata. Sarà a cura dell’Agenzia nazionale, con specifi co incremento, per il 2019, del Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese, nella misura di 3 milioni di euro, e del Fondo per la crescita sostenibile, nella misura di 7 milioni di euro, attraverso il rifi nanziamento dell’autorizzazione di spesa prevista dalla legge di stabilità 2016. Assicurazione a condannati lavori pubblica utilità. I condannati ai lavori di pubblica utilità avranno la copertura Inail per malattia e infortuni. Controllo antiterrorismo passeggeri aerei. Nell’ambito dei controlli antiterrorismo, in attuazione di una direttiva europea, viene assicurata la copertura fi nanziaria per la creazione e gestione della piattaforma informatica per la banca dati dei passeggeri che viaggiano in aereo.