PARAMETRI FORENSI, LE TABELLE DEL CNF CON I COMPENSI DEGLI AVVOCATI

9 maggio 2013
Ora, infine, ecco le tabelle (clicca qui) redatte con la benedizione del Cnf, che evidenziano i diversi parametri a seconda degli incarichi e della tipologia di giudizio. Così, vediamo nel civile come gli scaglioni creati riguardino mediazione, concorsi, arbitrii e materia stragiudiziale. Questi criteri resteranno validi nel caso in cui tra avvocato e cliente non vi sia accordo sulla remunerazione, cosicché toccherà al giudice stabilire il dovuto a seconda del genere di attività e dell’ambito processuale in cui è stata svolta. Il margine di allontanamento dai parametri enunciati nelle tabelle predisposte dal Cnf potranno alzarsi fino al 70% della base di partenza o abbassarsi del relativo 30%.
Leggermente diverso quanto previsto per il penale, dove può incorrere anche il ricorso a eventuali indagini a scopo di difesa. Attraverso la stesura di questi parametri, il Cnf ha informato di richiamarsi a principi di “semplificazione, trasparenza e equità di facile e immediata consultazione per gli operatori del diritto e per i cittadini”. Confermata, invece, la linea dura sui tagli delle sezioni distaccate e della nuova conformazione territoriale dei Tribunali: il Cnf interverrà in prima persona alla Corte costituzionale sul giudizio di legittimità della norma.

2091CNF-Nuove-parcelle-avvocati-tabelle