Tutti i prestiti per gli studi: dall’avvio all’innovazione le opportunità con le Casse

Il Sole 24 Ore – 

Avviare e mantenere uno studio è uno dei principali ostacoli che il professionista deve fronteggiare per svolgere la sua attività. In suo aiuto c’è però un ventaglio di finanziamenti ritagliati su misura e messi in campo da Casse previdenziali, organizzazioni di rappresentanza e banche. L’offerta è ampiae puntaa soddisfare le esigenze specifiche di ogni categoria e fase della vita lavorativa, con un occhio di riguardo ai giovani. Un puzzle di interventi per voltare pagina dopo gli anni bui della crisi. Si va dall’acquistoe ristrutturazione dello studio ai prestiti d’onore per chi è al debutto, dall’anticipo dei costi per realizzare le commesse, al leasing per la strumentazione tecnica. Fino ai finanziamenti per chi pensa in grande e scommette sull’innovazione tecnologica, l’aggregazione con altri studi o la proiezione a livello internazionale. Un volume di finanziamenti che muove in media più di 120 milioni di euro l’anno. Secondo l’Adepp, l’associazione degli enti previdenziali, dal 2012 al 2016 (ultimo anno censito) le richieste di prestiti e mutui agli istituti di credito convenzionati con le Casse per finanziare interventi a sostegno della professione è stato di 609 milioni. All’importo vanno poi aggiuntii finanziamenti attivati direttamente con le banche. Negli ultimi anni il valore delle richieste avanzate tramite gli enti previdenziali è pro­ gressivamente diminuito (dai 163 milioni del 2012 è sceso ai 94,5 del 2016) proprio perché, come spiega l’Adepp,i livelli molto bassi dei tassi di interesse ha fatto sì che «i liberi professionisti si rivolgano sempre meno agli enti previdenziali privati trovando condizioni più vantaggiose sul mercato». Una tendenza che l’Adepp ritiene sia confermata anche per il 2017. Le modalità di intervento Per sostenere l’attività degli iscritti tutte le Casse previdenziali hanno siglato unao più convenzioni con le banche. L’offerta è molto variegata e riguarda anche conti correnti, carte di credito, versamento dei contributi, cessione del quinto o prestiti privi di finalità specifiche. L’intervento cambia a seconda delle convenzioni. Alcune prevedono solo finanziamenti agevolati da parte delle banche, in altre, invece, l’ente previdenziale partecipa direttamente con fondi propri coprendo gli interessi passivi o fornendo garanzie per gli iscritti con redditi bassi.È ad esempio il caso dei microcrediti previsti dalla Cassa forense per gli avvocati under 35o dei prestiti messi a disposizione dall’Enpacl (consulenti del lavoro) per gli iscritti con un’anzianità inferiorea 10 anni. Per favorire il passaggio generazionale e l’acquisto di studi già avviati la Cassa prevede inoltre un contributo a fondo perduto pari al 12% del finanziamento bancario (entro 30mila euro). Inarcassa prende invece in carico la totalità degli interessi (nel caso dei prestiti d’onore per gli iscritti under 35)o parte di essi (3% sui finanziamenti online).E misure analoghe sono in arrivo anche dalla Cassa del notariato, che ogni anno determinerà la percentuale di interessia suo carico. I giovani Tutte le categorie hanno un oc­ chio di riguardo peri giovani, con prestiti d’onorea condizioni vantaggiosee linee di credito dedicate. Peri neo notai la procedura per ottenere i prestiti d’onore è snella: l’unica garanzia richiesta è la qualifica di pubblico ufficiale ottenuta con l’esame di Stato. Tra le altre Casse che concedono questa tipologia di prestiti c’è anche quella dei dottori commercialisti (Cnpadc), in convenzione con la Banca Popolare di Sondrio. Per gli iscritti che scelgono questa opzione non sono previste spese di istruttoria. Per i medici e gli odontoiatri under 35 e under 45, Enpam ha invece messo a disposizione fondi propri per 42,5 milioni destinati a mutui per lo studio professionale o la prima casa, erogati attraverso un bando. C’è tempo fino al 14 maggio per presentare le domande online. C’è infine chi gioca d’anticipo: per far fronte all’annosa questione dei ritardi nei pagamenti che imbrigliano l’attività professionale, gli enti previdenziali di geometri, architetti e ingegneri hanno siglato convenzioni che anticipano le spese necessariea far fronte all’incarico. Oltre agli interventi delle singole Casse, una risposta alle esigenze di credito da parte dei professionisti è arrivata da Confprofessioni: l’associazione prevede una vasta gamma di finanziamenti grazie alla partnership con Unicredit siglata nel settembre 2017 e all’intesa con l’Ente nazionale del microcredito.Le misure ai raggi X CONFPROFESSIONI SOSTEGNO ALLA CRESCITA Oltre al sostegno nella gestione dello studio, la partnership siglata con Unicredit nel settembre 2017 (“Valore professioni”) consente ai professionisti di ottenere finanziamenti per l’innovazione tecnologica, l’aggregazione, la formazione managerialee l’internazionalizzazione. Caratteristiche.I finanziamenti comprendono fidi, anticipo parcellee incarichi, finanziamento chirografario per l’acquisto di beni immateriali, mutui per l’avvio di nuove attività. FIDIPROF È il consorzio di garanzia fidi che fa capoa Confprofessioni. Caratteristiche. Rilascia garanzie per facilitare l’accesso al credito. Opera sul territorio in accordo con altri confidi. MICROCREDITO Un’intesa siglata con l’Ente nazionale per il microcredito puntaa favorire il credito peri giovani. Caratteristiche. Possibili sinergie con Fidiprof per misure di creditoe leasinga favore dei professionisti non ammissibili alla garanzia del Fondo per le Pmi SOCI DI FIDIPROF 1.200 CONSULENTI DEL LAVORO PASSAGGIO GENERAZIONALE Dal 2016 l’Enpacl (l’ente previdenziale dei consulenti) mette in campo fondi propri per favorire il passaggio generazionalee l’acquisto di studi professionali già avviati. Caratteristiche. Contributoa fondo perduto del 12% (tetto massimo 30mila euro) del finanziamento ottenuto con qualsiasi banca. PRESTITI AGEVOLATI La convenzione con la Banca popolare di Sondrio prevede, fra le altre offerte, anche prestiti per l’acquisto di attrezzaturee arredi dello studio professionale Caratteristiche. Il prestito può essere ottenuto dagli iscrittia Enpacl da meno di 10 anni edè restituibile in5 anni. L’importo massimoè 30mila euroe copre tutte le spese documentate. Enpacl si fa carico sia del 100% degli interessie che della garanzia fidejussoria. MUTUI La convenzione con la Popolare di Sondrio prevede anche mutui per acquisto, ristrutturazioneo costruzione di immobili destinatia studioo abitazione. Caratteristiche. L’importo massimoè 250mila euroe comunque non superiore al 70% del valore cauzionale di perizia. IL CONTRIBUTO 12% ARCHITETTI E INGEGNERI FINANZIAMENTI AGEVOLATI Prestiti agevolati per l’avvio dello studio( finoa 30mila euro per il singoloe 45mila per studio associato); anticipazione dei costi da sostenerea fronte della committenza pubblicao privata finoa 30mila euro. Caratteristiche. Le richieste vengono ricevute solo tramite Inarcassa online. Presa in carico del 3% sul tasso di interesse da parte della Cassa. Dal 2013 al 2017 erogati 970 finanziamenti per circa 20 milioni. PRESTITI D’ONORE Riservati agli iscritti under 35 in regime di contribuzione ridottae alle professioniste madri di figli finoa 16 anni. Caratteristiche. Importo finanziabile da5a 15mila euro. Abbattimento totale degli interessia carico di Inarcassa. MUTUIE PRESTITI Finanziamenti online (senza il contributo di Inarcassa) per l’attività professionalee l’anticipo dei costi con plafond fino 150mila euro; mutuie prestiti personali. Caratteristiche. Convenzione con la Banca Popolare di Sondrio. Dal 2013 al 2017 ne hanno usufruito circa 5mila associati. FINANZIAMENTI EROGATI 970 GEOMETRI PRESTITI AGEVOLATI La convenzione con la Banca popolare di Sondrio contiene diverse offerte fra cui prestiti agevolati finoa 30mila euro. Caratteristiche.I prestiti possono riguardare: 1) l’avvio dello studio, inteso come acquisto delle immobilizzazioni materialie immateriali necessarie per lo svolgimento dell’attività; 2) l’anticipazione dei costi che il geometra deve sostenere per far frontea incarichi provenienti sia da enti pubblici sia da soggetti privati (fino al 70% delle spese). In entrambii casii tassi di interesse sono: Bce vigente maggiorato di 3,75 punti, per le durate da 19a 36 mesi; Irs di periodo maggiorato di 3,75 punti, per le durate 48e 60 mesi. Per questa voce, la Cassa geometri nel 2017 ha erogato 490.500 euro. MUTUI La convenzione con la Popolare di Sondrio prevede anche mutui per acquistare, ristrutturareo costruire lo studioo l’abitazione. Caratteristiche. L’importo massimoè 250mila euro (400mila in caso di cointestazioni tra dueo più iscritti). Nonè possibile superare l’80% del prezzo di acquisto. Il valore erogato nel 2017è stato di 1.638 mila euro MUTUI NEL 2017 1,6 milioni AVVOCATI FINANZIAMENTI AGEVOLATI Con Banco Bpm la Cassa forense ha sottoscritto una convenzione per l’acquisto/ristrutturazione dello studioo l’acquisto della strumentazione. Caratteristiche. Prevede l’erogazione di finanziamenti agevolati tramite il Fondo di garanzia per le Pmi costituito dal ministero dello Sviluppo economico. La garanzia copre fino all’80% del finanziamento che può andare da 20milaa 3.125.000 euro. Rimborso fino a 60 mesi con rate mensilio trimestrali( spread dal 2,45% al 3,65%). Il plafonda disposizione è di 100 milioni di euro. MICROCREDITI Si rivolge invece agli avvocati under 35 la convenzione siglata con la Popolare di Sondrio per facilitare l’accesso al credito finalizzato all’avvio dell’attività. Caratteristiche. Prestiti da5a 15mila euro rimborsabili in5 anni. Il bando 2018è pubblicato sul sito della Cassa (richieste online entro il 31 ottobre). La Cassa forense si fa carico del 100% degli interessi passivie garantisce chi ha un reddito professionale sottoi 10mila euro. Nel 2017 sono stati erogati 381 crediti, per 4.672.977 euro I MICROCREDITI NEL 2017 4,7 milioni MEDICI E DENTISTI INTERVENTO DIRETTO Mettendoa disposizione 42,5 milioni di euro, Enpam (la Cassa di medici ed odontoiatri) eroga direttamente mutui per acquistareo ristrutturare lo studio professionale (15 milioni) o la prima casa (27,5 milioni). Caratteristiche. Si può ottenere finoa 300mila euro (150mila per manutenzione ordinariao ristrutturazione) con tasso fisso del 2,5% per gli under 45e del 2,9% per gli altri. Per gli under 35 con partita Iva in regime agevolato il requisito di reddito lordoè di 20mila euro, mentre per gli under 45,i corsisti in medicina generalee gli specializzandiè di circa 26mila euro. LEASING La convenzione con Bnl, fra l’altro, prevede anche il leasing immobiliare strumentale Caratteristiche. Per il leasing immobiliare la durataè decennale mentre per quello strumentale 48/60mesi. MUTUI L’accordo con la Banca popolare di Sondrio prevede mutui per l’acquistoo la ristrutturazione dello studio (o dell’abitazione). Caratteristiche. L’importo massimoè 250mila euro (ma non può superare il 70% del prezzoo del costo di recupero) TASSO PER GLI UNDER 35 2,5%
UMBERTO GRATI COMMERCIALISTI MUTUI Sono previsti tre tipi di mutui ipotecari a tassi agevolati in convenzione con la Banca Popolare di Sondrio: per l’acquisto dello studio, per la ristrutturazione o per surroga. Caratteristiche. Per i mutui di acquisto l’importo finanziabile non può superare i 300mila euro. PRESTITO D’ONORE In convenzione con la Banca Popolare di Sondrio è possibile ottenere un prestito d’onore per l’apertura dello studio. Caratteristiche. Il prestito massimo è di 60mila euro e la durata massima è di 60 mesi. Nessuna spesa di istruttoria. PRESTITI PERSONALI Prestiti personali per qualsiasi finalità riservati ai titolari di un conto corrente Banca Popolare di Sondrio, online o tradizionale. Caratteristiche. Da un minimo di 4 a un massimo di 40mila euro. Durata da 12 a 84 mesi. La convenzione con la Banca Popolare di Sondrio è in vigore da oltre un decennio e nel 2015 sono state ricontrattate le condizioni a maggior favore degli iscritti I BENEFICIARI 200 NOTAI PRESTITI E MUTUI Condizioni favorevoli sull’apertura di conti correnti dedicati per poter svolgere le proprie mansioni, prestiti chirografari, mutui per l’apertura dello studio o per la sua ristrutturazione, finanziamenti dedicati all’anticipo della liquidazione. Sono alcune delle misure previste dalla convenzione sottoscritta con Ubi banca nel febbraio 2017. Caratteristiche. Per i mutui l’importo finanziabile massimo è del 75% del valore dell’immobile. Non sono previste spese di istruttoria. PRESTITO D’ONORE Sempre nell’ambito della convenzione i neo notai possono usufruire di un prestito d’onore per l’apertura dello studio, l’allestimento e la predisposizione dei supporti tecnoogici (pc, stampanti e software). Caratteristiche. L’importo massimo è di 60mila euro. Non sono previste garanzie oltre a quella della propria qualifica di notaio/pubblico ufficiale. Finora ne hanno usufruito 141 neo notai. PRESTITI D’ONORE EROGATI 8 milioni