Una task force per il processo amministrativo telematico

Italia Oggi, di Antonio Ciccia Messina –

ask force per il processo amministrativo telematico. Il decreto legge per l’effi cienza giudiziaria, approvato dal consiglio dei ministri del 30 agosto 2016 e pubblicato sulla G.U. n. 203 di ieri (dl 168/2016), rimpolpa gli organici della giustizia amministrativa con specialisti informatici e istituisce, nelle sedi giudiziarie, l’uffi cio del processo a supporto dei magistrati. Il provvedimento d’urgenza si occupa anche di altre materie. Rinvia al 31/12/2017 il pensionamento dei vertici delle magistrature superiori, infoltisce i ranghi dei collegi della cassazione, consente di prendere stagisti anche presso la suprema corte, riduce il tirocinio (a 12 mesi) dei magistrati di nuova nomina, fi ssa in 4 anni il periodo minimo di permanenza del magistrato in una sede giudiziaria, vieta l’assegnazione del personale dell’amministrazione della giustizia ad altre amministrazioni, aumenta (di un decimo) il numero dei posti messi a concorso disponibili nell’organico della magistratura. Lo schema di decreto legge prevedeva, nel testo in entrata in consiglio dei ministri, anche altre disposizioni, di carattere processuale (nuovo rito per le liti di competenza del giudice unico di tribunale, testimonianza scritta nel processo civile, estensione delle camere di consiglio per i giudizi di cassazione, semplifi cazione dei procedimenti speciali): misure queste non presenti nel testo in uscita e destinate a confl uire in separati provvedimenti.

CASSAZIONE I magistrati addetti all’uffi cio del Massimario e del Ruolo, che sono magistrati con funzioni di merito, potranno essere impiegati eccezionalmente per comporre i collegi giudicanti della Corte di cassazione: più magistrati per un più rapido smaltimento dell’arretrato.

MAGISTRATURA Si prevede di coprire i vuoti di organico della magistratura ordinaria, aumentando sino ad un decimo il numero dei posti disponibili tra quelli messi a concorso nel biennio 20142015. Si accorcia a 12 mesi il tirocinio degli uditori giudiziari (vincitori del concorso in magistratura).

PAT Il processo amministrativo telematico (Pat) partirà l’1/1/2017. Il decreto legge armonizza gli strumenti del Pat con il codice dell’amministrazione digitale: istituisce il domicilio digitale, estende agli avvocati difensori il potere di attestazione dell’effi cacia probatoria delle copia per immagine di documenti cartacei. Il decreto, nel caso di procedimenti in cui il cittadino può difendersi da sé, consente l’utilizzo delle modalità upload di deposito degli atti anche per i soggetti non dotati di posta elettronica certifi cata. Per garantire che tutto funzioni, il provvedimento in esame stabilisce l’assunzione di 53 dipendenti a tempo indeterminato con competenze specialistiche (tre dirigenti tecnici, trenta funzionari informatici, venti assistenti informatici). Inoltre a supporto dei magistrati amministrativi viene istituito l’ufficio del processo. Quanto al potere di autentica degli avvocati, il decreto prevede che il difensore, se deposita con modalità telematiche la copia informatica, anche per immagine, di un atto processuale di parte, di un provvedimento del giudice o di un documento formato su supporto analogico e detenuto in originale o in copia conforme, deve attestare la conformità della copia all’originale. Decisiva è la norma sulla tempestività dei depositi: è assicurata la possibilità di depositare con modalità telematica gli atti in scadenza fi no alle ore 24 dell’ultimo giorno consentito. Il deposito è tempestivo se entro le ore 24 del giorno di scadenza è generata la ricevuta di avvenuta accettazione, se, però, il deposito risulti, anche successivamente, andato a buon fi ne. Attenzione, però, agli effetti dei termini a difesa e della fissazione delle udienze camerali e pubbliche il deposito degli atti e dei documenti in scadenza effettuato oltre le ore 12:00 dell’ultimo giorno consentito si considera effettuato il giorno successivo.

COPIE DI CORTESIA Dal 1° gennaio 2017 e sino al 1° gennaio 2018 per i giudizi introdotti con i ricorsi depositati, in primo o in secondo grado, con modalità telematiche dovrà essere depositata almeno una copia cartacea del ricorso e degli scritti difensivi, con l’attestazione di conformità al relativo deposito telematico.

PENSIONAMENTO MAGISTRATI Proroga fi no al 31 dicembre 2017del termine di pensionamento per gli uffi ci di vertice di Cassazione, Consiglio di stato, Corte dei conti e Avvocatura dello stato.