Penalisti in sciopero: ” No alla riforma della prescrizione “


Il Fatto Quotidiano – VIN. IUR. –  DAL 21 AL 25 OTTOBRE gli avvocati penalisti si asterranno dalle udienze per dire no alla riforma della prescrizione firmata dal ministrodi GiustiziaAlfonso Bonafede (in fo to) , che lainterrompe con la sentenzadi primo grado. Secondo la delibera approvata dalla Camera Penale presieduta da Gian Domenico Caiazza, la riforma – la cui entrata in vigore è prevista il 1 gennaio 2020 – ” rappresenta una delle paginepiù sciagurate delladeriva populista e giustizialista del nostro Paese ” p e rc h é ” afferma il principio, manifestamente incostituzionale, secondo il quale il cittadino, sia esso imputato che parte offesa del reato, possa e debba restare in balia della giustizia penale per un tempo indefinito ” . I toni del documento sono durissimi: si invita alla mobilitazione ” rompendo le cortine fumogene della disinformazione populista e giustizialista che, richiamando strumentalmente alcune vicende processuali di grande interesse pubblico, rappresenta l ‘ istituto della prescrizione come uno strumento privilegiato dei potenti e dei ricchi per sottrarsi ai rigori della legge ” m e n t re invece è ” l ‘ irrinunciabile rimedio alla patologia di indagini e processi che durano decenni ” .